L’amore non ha un perchè
di Sara Gambazza, IoScrittore

L’amore non ha un perchè
di Sara Gambazza, IoScrittore

L’amore non ha un perchè

di Sara Gambazza, edizioni IoScrittore

L'amore non ha un perchè Sara Gambazza IoScrittore letturedikatja.com

USCITO IN TUTTE LE LIBRERIE L’8 APRILE 2021

Jacopo e Annael si incontrano e si capiscono, 

specchiandosi uno nella solitudine dell’altro, con la semplicità delle cose belle e improvvise. Così provano a diventare grandi, tra strani incontri e soprusi, responsabilità e voglia di leggerezza. Perché insieme si può vincere contro il mondo.

Un ragazzo e una ragazza, una città attraversata da un torrente, una corsa interrotta in autobus, un timido accenno di  primavera; è l’inizio semplice di una storia quasi sbagliata. Perché lui, Jacopo, ha i jeans troppo larghi, i capelli troppo  arruffati, una casa troppo piccola, una sorella troppo strana e un dolore sordo in fondo alla chitarra. Lei, Annael, un nome da elfo, i capelli rosso incendio, una madre regina di un chiosco di dolci e lo stesso dolore di  Jacopo da buttare in faccia al mondo, un padre che non c’è più.

Sono storie al margine, di riva fangosa dove nessuno  guarda, dove pare che niente di bello possa accadere. E invece accade che le linee di queste giovani vite s’incontrino,  delimitando un territorio nuovo all’interno della città e dei giorni sempre uguali. Il terzo lato di questo triangolo scaleno  è rappresentato da Iames, un barbone. Un’altra vita sotto traccia, nascosta agli occhi di chi non sa vedere, sulle rive del  laghetto del parco, dove l’unica amica è una papera bianca.

La luce di questo sfondo è data dall’amore tra Jacopo e  Annael, capace di illuminare piano piano ogni grigio marciapiede, ogni gradino antico della piazza del mercato, ogni  parola consueta, ogni pomeriggio all’apparenza scontato. Un amore imparato poco a poco, ma così tenace da  permettere di superare i dolori più profondi, le ingiustizie più manifeste e le cattiverie più crudeli; libero e inarrestabile  come la primavera in un’antica città di provincia.

L’autrice

Sara Gambazza è nata a Parma e vive a Noceto, in campagna, con un marito paziente, tre figli turbolenti e quattro  cani. Fa l’infermiera, legge tanto e dorme poco. Quando scrive «salta di là», dove la praticità non è tutto, dove pensare  non è far niente ma è fare qualcosa. Ha scritto questo romanzo ricordando un’adolescenza scassata, con tenerezza e  una punta di nostalgia.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*