Il figlio perduto
di C.L.Taylor, Longanesi

Il figlio perduto
di C.L.Taylor, Longanesi

Il figlio perduto di C.L.Taylor

Edizioni Longanesi

Il figlio perduto C.L.Taylor Longanesi

Il figlio perduto di C.L.Taylor, edito da Longanesi.

Dopo il successo ottenuto in patria con i suoi thriller psicologici, C.L.Taylor nel suo ultimo romanzo Il figlio perduto esplora un tema delicato come quello del rapporto tra madre e figlio e racconta l’importanza dell’istinto materno. Nel suo thriller l’autrice parla di una questione molto sentita e attuale come quella dei bambini scomparsi, che campeggia nella cronaca dei giornali di tutto il mondo.

“Finché non hai figli, non puoi sapere cosa sia davvero la paura.”

La paura della perdita, del dolore, quell’angoscia profonda, a volte devastante che ti assale all’improvviso come uno tsunami quando percepisci un pericolo per tuo figlio, è una sensazione che accompagna la nascita dei figli, e con cui bisogna imparare a convivere. Non possiamo proteggere i nostri figli per sempre, la vita sarà la loro migliore maestra, ma è difficile strapparsi di dosso quella responsabilità, quel senso di appartenenza, perché li hai visti nascere, crescere, rialzarsi e vorresti sempre essere al loro fianco per condividere con loro gioie e dolori.

Possiamo solo sperare che i nostri insegnamenti li accompagni per un lungo tratto della loro vita. Ma la questione vera è, conosciamo davvero i nostri figli?

Claire, madre di un figlio scomparso, scopre a sue spese la risposta a questa domanda. Suo figlio Billy è assente da casa ormai da sei mesi, volatilizzato nel nulla, ma chi era veramente Billy? Il suo dolce bambino o un ragazzo dal torbido passato?

Claire e la sua famiglia affrontano giorno dopo giorno il dolore, ognuno a suo modo, alienati e divisi nel momento più difficile della loro vita. Non c’è una ragione valida per questa scomparsa, eppure Claire ormai annientata dal trauma, cerca ossessivamente delle risposte. Gli episodi di amnesia di cui soffre, aprono ogni volta una porta sul passato di Billy e della sua famiglia. I sospetti si accumulano, si infittiscono, emergono segreti, sotterfugi e un lato di suo figlio che non conosceva.

E grazie alle sue amnesie dissociative Claire riesce a riavvolgere i fili di una storia dagli aspetti inquietanti, elaborando a livello emotivo quel senso di colpa che non l’abbandona mai. È difficile per lei ammettere con se stessa i sospetti che nutre nei confronti dei suoi familiari, ormai non si fida più di nessuno e il suo precario equilibrio psichico ne risente e solo fuggendo attraverso le sue amnesie riesce a far luce e a ricomporre il puzzle della vita di suo figlio, ormai perduto.

Essere dei buoni genitori non è né facile né scontato, a volte i figli ci scivolano dalle mani nonostante tutto. E allora ci chiediamo dove abbiamo sbagliato, cosa potevamo fare di più.

Siamo stati troppo permissivi? Troppo severi? Troppo indulgenti? Molti di voi si ritroveranno spesso a porsi le stesse identiche domande, ma nessuno è in grado di dare una risposta giusta o esauriente. Si fa quel che si può, nella nostra imperfezione di esseri umani, doniamo il nostro tempo, il nostro affetto, e speriamo di essere un buon esempio per i nostri figli.

Gli ostacoli della vita possono risultare a volte insormontabili, e forse Billy non è riuscito ad accettare questo stato di cose, forse l’impegno richiesto era troppo per lui. Non lo sapremo mai, perché la sua storia è stata già scritta, e l’autrice, insieme a Claire, ci insegna che la felicità non sta nel futuro, nella speranza del successo, ma la felicità è qui, è oggi, è nei figli che ti gettano le braccia intorno al collo, nelle risate, in una passeggiata. Bisogna apprezzare ogni momento che la vita ci dona e amare, perché la vita su questa Terra è breve, molto più di quanto si pensi.

Thriller e non solo, ne ho apprezzato la trama e il coraggio. L’autrice si è messa alla prova con un tema scottante, infatti l’idea di questo libro mi è piaciuta molto, mentre la prosa mi ha un po’ deluso, molto lenta e poco accattivante, la struttura del libro risulta debole e la trama abbastanza prevedibile. L’assenza della tensione narrativa ha reso la lettura poco invitante, non ha stuzzicato la mia curiosità di lettrice, un vero peccato, gli elementi c’erano tutti, in compenso questo libro mi ha fatto riflettere e ricordare che non possiamo tener stretti i nostri figli per sempre. Dobbiamo lasciare che scelgano il proprio percorso e sperare che, se faranno la scelta sbagliata, torneranno da noi.

Scheda dell’editore

Sono trascorsi ormai sei mesi da quando Billy, quindicenne ribelle e turbolento, è fuggito di casa e da una famiglia disfunzionale, composta dai genitori Mark e Claire, il fratello Jake e la sua fidanzata Kira. Claire è distrutta, ma convinta che il figlio sia vivo, a differenza di ciò che pensa il marito.

I personaggi appaiono alienati gli uni dagli altri, affrontano il dolore ognuno in modo diverso, ma sempre solitario. La sofferenza fa cadere Claire sotto il peso dello stress: è affetta da quelle che la sua psicologa definisce “fughe dissociative”. Si sveglia senza sapere dove si trova, insegue ragazzi che sembrano Billy e finisce in situazioni pericolose per ritrovarlo. Ad ogni “risveglio” Claire sembra però essere in grado di aggiungere un tassello al puzzle della scomparsa di Billy. Solo in questo modo sembra riuscire a ricostruire gli attimi che hanno preceduto la separazione da suo figlio, ma inizia anche a dubitare della sua stessa famiglia, ormai avvelenata dai segreti. Si potrà fidare del proprio istinto?

L’autrice

c.l.taylor Il figlio perduto longanesi

CAROL LOUISE TAYLOR, nata a Worcester, è autrice di racconti, pubblicati su riviste letterarie e femminili, che hanno vinto numerosi premi.

Attualmente vive a Bristol con il compagno e il figlio. Nel 2015 Longanesi ha pubblicato Il confine del silenzio, il suo primo romanzo, che ha ottenuto un grande successo di critica e di pubblico nel Regno Unito ed è stato pubblicato in tutta Europa, nel 2016 La ragazza senza ricordi e nel 2017 La ragazza in fuga.

Il figlio perduto C.L.Taylor Longanesi

Autrice di:

La ragazza in fuga

La ragazza in fuga C.L.Taylor Longanesi

Il confine del sillenzio 

Il confine del silenzio C.L. Taylor Longanesi

La ragazza senza ricordi

La ragazza senza ricordi C.L.Taylor Longanesi

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*