Recensione: L’amante silenzioso
di Clara Sànchez

Recensione: L’amante silenzioso
di Clara Sànchez

 L’amante silenzioso di Clara Sànchez

Clara Sanchez L'amante silenzioso

Recensione di L’amante silenzioso, di Clara Sànchez, edizioni Garzanti.
Clara Sànchez è un’autrice controversa, molto dibattuta, amata o ignorata. Ogni volta che mi appresto a leggere uno dei suoi nuovi romanzi vengo, tutte le volte, invitata a riflettere sulla mia scelta. Non posso negare che alcune sue opere mi hanno lasciato l’amaro in bocca, ma d’altra parte con altri titoli ha pienamente soddisfatto le mie aspettative. Quindi in questo clima contrastante, mi sono imbarcata in questa nuova avventura letteraria affidandomi completamente alla sua penna.

Voglio fare una piccola premessa, la Sànchez, checché se ne dica, ha il coraggio di affrontare temi spinosi, di cui nessuno vorrebbe sentir parlare, lei ha l’audacia e la forza di affrontare un mare in tempesta e scrivere una storia basandosi su realtà e fatti storici scomodi. Questa, la possiamo definire una sua caratteristica, la sua firma, guardare attraverso eventi e persone e arrivare lì, dove si annida il male, nella parte più buia dell’anima.

Con questa sua ultima uscita Clara Sànchez ci narra il mondo sommerso delle sette. Tutti noi ne abbiamo sicuramente sentito parlare, alla televisione o letto qualche articolo, le sette in genere si distinguono per la fiducia che gli adepti ripongono nel proprio leader spirituale, che li guida con autorità e gestisce le loro vite in comunità chiuse e inaccessibili.

In “L’amante silenzioso”, Isabel ha il compito di riportare a casa Ezequiel, un giovane spagnolo, raggirato da una setta di Mombasa, l’Orden Humanitaria, gestita e guidata da Maìna, capo indiscusso di un piccolo gruppo di fedelissimi dediti al raggiungimento della perfezione spirituale, in base a delle leggi di un mondo morale tutto suo.

L’autrice, attraverso la voce narrante di Isabel, ci descrive minuziosamente com’è facile cadere preda di questi presunti capi spirituali. Isabel si pone mille interrogativi, osserva un mondo che le è estraneo, ma nello stesso tempo molto vicino, suo fratello ha pagato a caro prezzo la scelta di appartenere ad una di queste comunità. I suoi genitori sono distrutti, non riescono a darsi pace, e non comprendono le ragioni che hanno spinto un giovane uomo a togliersi la vita in nome di un credo o di una ideologia.

Questo viaggio rappresenta per Isabel una sorta di cura per il dolore che la attanaglia per la perdita di suo fratello, e grazie a questa tragica esperienza lei è immune agli approcci e alla manipolazione del leader, restando lucida e vigile, in attesa di cogliere il momento giusto per cercare di convincere Ezequiel a ritornare sui suoi passi. Ma Ezequiel è completamente soggiogato dalla figura del gran maestro, rapito dalle sue parole e fedele alla sua missione. Nel suo cuore ha sostituito suo padre con Maìna, poichè la sua compagnia gli dona una grande consolazione e ascoltare le sue parole lo porta a un livello superiore. È cieco, anche di fronte all’evidenza dei fatti, soccombe al fascino di Maìna, una preda perfetta per i suoi oscuri progetti.

Isabel è consapevole delle difficoltà, ma cerca in tutti i modi di districarsi dalla rete della comunità per carpirne le mosse e i segreti. C’è qualcosa che il gruppo cela, traffici poco chiari e viaggi nell’entroterra che insospettiscono la ragazza. E sarà proprio il suo coraggio e una buona dose di fortuna a permetterle di fare delle scoperte sconvolgenti.

“Volevo solo essere felice, senza sapere in cosa consistesse la felicità… lui aveva la certezza di essere felice, io l’avevo del fatto che si stava distruggendo. Da quale parte stava la ragione?”

Un’esperienza tormentata dai sensi di colpa, ma essenziale per comprendere e conoscere le mille sfaccettature dell’inganno, della manipolazione e delle trappole tese ai sentimenti, un viaggio doloroso, necessario per perdonare e perdonarsi.

Un libro sicuramente da leggere, perché convincente e credibile. La sua attinenza alla realtà è palpabile in ogni pagina, i resoconti dettagliati della vita degli adepti, permette al lettore di essere testimone, in modo inequivocabile, della pericolosità di quel mondo.

Lettura a tratti non facile, non per la prosa o per la trama, ma per tutte quelle sensazioni e pensieri che affollano la mente. La narrazione scorrevole permette alla storia di scivolare veloce e districarsi tra colpi di scena ed un epilogo inaspettato. Nel complesso interessante per il messaggio che porta, senza retorica e falsi moralismi, solo un romanzo ben congeniato e ben scritto.

Scheda dell’editore

L'amante silenzioso Clara Sanchez

Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null’altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all’altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.

L’autrice Clara Sànchez
Clara Sánchez riesce sempre a stupire i lettori, che attendono con trepidazione ogni suo nuovo libro. Unica autrice ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli, in Italia ha venduto oltre due milioni di copie ed è sempre presente in classifica. Torna finalmente con un nuovo romanzo anteprima assoluta italiana. In L’amante silenzioso Clara Sánchez descrive una realtà in cui la fragilità è preda di individui manipolatori e senza scrupoli; una realtà in cui il passato non lascia la morsa sul presente; una realtà in cui le ombre non sono mai il riflesso perfetto della verità.

L’ amante silenzioso
Clara Sánchez
Traduttore: E. Budetta
Editore: Garzanti Libri
Collana: Narratori moderni
Anno edizione: 2018
Pagine: 320 p., Rilegato
EAN: 9788811602217

5 Commenti

  1. Luca 2 anni fa

    Della Sanchez ho letto solo “Il profumo delle foglie di limone”, e mi era piaciuto molto. Buona serata. 🙂

    • Autore
      letturedikatja 2 anni fa

      Molti non hanno apprezzato quel libro e neanche il seguito, a me sono piaciuti entrambi moltissimo. Buona serata a te…

  2. Giulia Mancini 1 anno fa

    Io ho letto “La voce invisibile del vento” una storia strana e all’inizio ho faticato un po’ a farmi prendere dalla storia poi però nel complesso il romanzo mi è piaciuto. Devo dire però che non mi pare che la Sanchez abbia dei titoli attinenti, molto evocativi, ma non del tutto in linea con la storia, almeno per il romanzo che ho letto è così.

    • Autore
      letturedikatja 1 anno fa

      La Sànchez è così! Prendere o lasciare… Molti non accettano questa sua caratteristica,perché ogni romanzo è una storia a sé, Concordo con te, ma penso che il bello sta nel farsi sorprendere ogni volta. Poi io adoro la sua scrittura…

Pingbacks

  1. […] Voglio fare una piccola premessa, la Sànchez, checché se ne dica, ha il coraggio di affrontare temi spinosi, di cui nessuno vorrebbe sentir parlare, lei ha l’audacia e la forza di affrontare un mare in tempesta e scrivere una storia basandosi su realtà e fatti storici scomodi….  Leggi la recensione > […]

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*