Ombre nella notte
di Tess Gerritsen, Longanesi

Ombre nella notte
di Tess Gerritsen, Longanesi

Ombre nella notte

di Tess Gerritsen, edizioni Longanesi

Ombre nella notte Tess Gerritsen Longanesi letturedikatja.com

Recensione

Tess Gerritsen è sicuramente tra le mie autrici preferite. Quando decido di leggere un thriller d’autore mi rivolgo sempre a lei, senza ombra di dubbio. È appena uscito in libreria per Longanesi il suo ultimo libro intitolato Ombre nella notte.

Ombre nella notte si è rivelato fin dalle prime battute un libro diverso, alternativo. Tess Gerritsen ha regalato ai suoi lettori una ghost-story. Un thriller rivisitato in chiave spettrale.
Ad essere sinceri non mi ha convinto molto, e per dirla tutta ci sono anche rimasta anche un po’ male. In passato ho letto alcuni suoi grandi successi e certa di ritrovarmi in quelle stesse atmosfere, mi sono fidata della sua penna.

In Ombre nella notte Tess Gerritsen ci narra le vicende di Ava Collette, una foodwriter di successo oppressa da un terribile segreto, un dolore dell’anima che cerca di affogare nell’alcol.
Per questo motivo decide di allontanarsi da tutti e tutto rifugiandosi in una piccola cittadina del Maine. Il suo intento è quello di terminare in tutta tranquillità la stesura del suo nuovo libro di cucina, un manuale sulla cucina del New England, e per questo motivo decide di affittare per tutta l’estate Brodie’s Watch, un’antica magione risalente al secolo scorso. Una volta insediatasi Ava percepisce la casa come un essere vivente, si sente inizialmente respinta, osteggiata e infine accolta.

E fin qui nulla di strano, Tess Gerritsen affronta con Ombre nella notte i temi del lutto e della colpa. E tutto ci riconduce al dolore della perdita. Al senso di colpa che attanaglia l’anima di chi si sente responsabile. Infatti Ava affoga i suoi dispiaceri nell’alcol perché nulla sembra lenire il suo malessere.

La casa l’ha accolta e Ava sente di non essere sola. Difatti una sera una strana presenza si palesa davanti ai suoi occhi. Incredula e spaventata non crede a quello che sta vedendo, fino a quando lo spettro – l’ufficiale di marina Jeremiah Brodie, morto centocinquanta anni prima – non si insinua prepotentemente nel corpo e nell’anima di Ava. E Ava ignara delle conseguenze, si lascia sedurre e cede al suo potere.

Ava da quella notte mette in dubbio il suo equilibrio mentale e decide di indagare sulla strana presenza che aleggia nella casa. Le sue indagini le riportano un’immagine poco edificante di un personaggio con molti lati oscuri. Jeremiah Brodie è stato ed è tuttora un uomo possessivo e con gusti decisi in fatto di donne, e ogni notte trascina Ava in perversi giochi erotici che mettono a dura prova la sua volontà.

Ava scopre che la piccola cittadina custodisce oscuri segreti e strani personaggi si affacciano nella sua vita e nonostante il clima ostile Ava non demorde e si concentra sulle donne che in passato hanno dimorato nella stessa casa, tutte morte in strane circostanze.

Nel mentre viene rinvenuto il cadavere di una giovane donna, i sospetti si infittiscono e la trama diventa via via più ingarbugliata fino a quando Ava decide di prendere una decisione che cambierà per sempre la sua esistenza.

Voglio pensare che Tess Gerritsen si è letteralmente messa in gioco con un thriller sopra le righe. L’impronta data al libro mi ha completamente spiazzato. Sinceramente non me l’aspettavo da lei una caduta di stile di questa portata, mi ha un po’ deluso.

La storia pecca in più punti e non mi ha convinto, risulta spesso prevedibile e a volte forzata; incentrata in gran parte sulla figura dell’entità spettrale, depositaria di segreti e desideri nascosti. Ma cosa rappresenta veramente Jeremiah Brodie per Ava? Una semplice proiezione del suo demone interiore o una illusione fattasi realtà?
Come già anticipato un thriller del tutto anomalo. Non all’altezza certamente delle pubblicazioni precedenti della stessa autrice. Spero sia stato solo un tentativo per saggiare un terreno narrativo di “moda”.

Nessuna suspense,nessun coinvolgimento emotivo e inoltre si denota una totale assenza di tensione narrativa. In sostanza un mix di filoni narrativi che non hanno fatto altro che fuorviare il lettore. Un vero peccato!  Stimo e amo molto questa autrice e spero davvero di rifarmi con il suo prossimo libro.

Scheda dell’editore

La vita di Ava Collette, scrittrice di libri di cucina, è stata sconvolta da un’indicibile tragedia. Per ritrovare pace e serenità, Ava ha deciso di lasciare Boston e trasferirsi a Brodie’s Watch, una magnifica casa in una tranquilla cittadina sulla costa del Maine. Qui, ne è certa, finirà di scrivere il manuale sulla cucina del New England a cui lavora da mesi e troverà il modo di superare il passato. Tutto sembra andare alla perfezione, ma Ava ha la costante sensazione di non essere sola.

Finché i suoi dubbi non trovano conferma: una notte si sveglia di soprassalto e si trova faccia a faccia con un’apparizione che la turba profondamente. Davanti a lei c’è un uomo, ma non dovrebbe esserci perché il suo aspetto è quello di una persona morta molti, molti anni prima, un ufficiale di marina che, a quanto si mormora in paese, non ha mai lasciato quella casa. Da quel momento Ava impiegherà le sue giornate indagando su quell’uomo, sparito improvvisamente nel nulla… mentre di notte si lascerà affascinare e infine sedurre dalle sue visite spettrali, in un susseguirsi di eventi che la faranno dubitare della propria sanità mentale.

Ma è più vicina alla realtà di quanto possa sospettare: esiste un segreto, che la gente di quel posto sperduto si bisbiglia all’orecchio, e che Ava dovrà svelare in fretta, prima che il numero delle vittime aumenti… includendo anche lei.

L’autrice

Ombre nella notte Tess Gerritsen Longanesi letturedikatja.com

Tess Gerritsen (1953) è una scrittrice statunitense di thriller: i suoi libri sono stati tradotti in 31 lingue con oltre 15 milioni di copie vendute. Ha abbandonato la carriera di medico per dedicarsi completamente alla scrittura. Ha vinto il Nero Wolfe Award con Vanish e il Rita Award per il Chirurgo. Attualmente vive nel Maine.

nbsp;

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*